Osteoporosi, aumenta quando lo stomaco è poco acido

| 29/07/2009 16:44

Se le cellule che aumentano l'acidità dello stomaco non funzionano correttamente si potrebbe soffrire di osteoporosi e i farmaci usati per la terapia potrebbero essere inutili.

Lo ha dimostrato uno studio internazionale pubblicato su Nature Medicine in cui sono coinvolti ricercatori dell'Istituto di tecnologie biomediche del Consiglio nazionale delle ricerche di Milano (Itb-Cnr). ''Un difetto a livello della pompa protonica, un complesso enzimatico che acidifica l'ambiente esterno alla cellula - ha spiegato Anna Villa, coautrice dello studio - acidifica anche lo stomaco per la digestione''. Questa scoperta è risultata chiave per svelare il meccanismo che causa l'osteoporosi. ''Abbiamo dimostrato che il difetto di acidificazione dello stomaco causa una diminuzione del riassorbimento di calcio, che determina rachitismo nel bambino e nell'adulto potrebbe contribuire all'osteoporosi''. La scoperta arriva dopo tre anni di sperimentazione condotta su modelli animali e su 13 pazienti e contribuisce a gettare nuova luce su una malattia che in Italia interessa almeno il 15% della popolazione oltre i 65 anni di età. Lo studio, inoltre, ha permesso di fare un passo avanti nello studio della terapia. ''Non solo - ha dichiarato Villa - abbiamo capito che il calcio carbonato, usato per prevenire e contrastare l'osteoporosi, non viene assorbito se lo stomaco non e' sufficientemente acido, ma abbiamo anche dimostrato che il calcio gluconato può essere un suo valido sostituto, in quanto viene assorbito anche in presenza di un difetto di acidificazione. Si tratta - ha concluso - di una scoperta che comporterà certamente un cambiamento nella terapia''.

I Correlati

I Correlati

Widget: 91798 (categoria) non supportato