Adalimumab con o senza metotrexato nel trattamento dell'artrite reumatoide giovanile

Pediatria | Redazione DottNet | 04/09/2008 17:09

Il farmaco adalimumab è efficace per il trattamento di bambini con artrite reumatoide giovanile. Ciò quanto risultato da uno studio effettuato presso la Divisione di Reumatologia del Cincinnati Children's Hospital Medical Center. Il TNF (Tumor necrosis factor) ha un ruolo patogenico nell’artrite reumatoide giovanile ed adalimumab è un anticorpo monoclonale umano anti-TNF.
 

Piccoli pazienti da 4 a 17 anni con artrite reumatoide giovanile attiva precedentemente trattati con antinfiammatori non steroidei sono stati suddivisi in due gruppi, un gruppo da trattare con metotressato ed uno non assegnato a trattamento con metotressato e poi hanno ricevuto terapia con adalimumab 24mg/m2 di superficie corporea (dose massima 40mg) per via sottocutanea per 16 settimane. In relazione alla risposta terapeutica ottenuta alla 16esima settimana, misurata secondo valori ACR Pedi (American College of Rheumatology Pediatric 30%), i pazienti sono stati assegnati in maniera randomizzata a terapia con adalimumab o placebo in una fase in doppio cieco fino a 32 settimane. Nel 74% dei pazienti non trattati con metotressato (64 di 86) e nel 94% di quelli trattati con metotressato (80 di 85) è stata ottenuta una risposta ACR Pedi 30 alla 16esima settimana, per cui tali pazienti sono stati poi assegnati al successivo trattamento in doppio cieco. Tra i pazienti non trattati con metotressato, sintomi patologici sono stati evidenziati nel 43% di quelli che ricevevano adalimumab e nel 71% dei pazienti assegnati a trattamento placebo. Tra i pazienti trattati con metotressato, tali sintomi sono stati rilevati nel 37% di quelli assegnati a trattamento con adalimumab e nel 65% dei pazienti assegnati a placebo. Alla 48esima settimana, le percentuali dei pazienti trattati con metrotressato con risposte ACR Pedi 30, 50, 70 o 90 erano significativamente maggiori per i pazienti trattati con adalimumab che per i pazienti trattati con placebo; le differenze tra i pazienti non trattati con metotressato che ricevevano adalimumab e quelli che ricevevano placebo non erano significative. I tassi di risposta sono stati mantenuti dopo 104 settimane di trattamento. Eventi avversi seri probabilmente correlabili alla somministrazione di adalimumab sono stati segnalati solo in 14 pazienti.
Per saperne di più

I Correlati

I Correlati

Widget: 91798 (categoria) non supportato