Pfizer paga 2,3 mld dollari per chiudere cause in Usa

Aziende | Redazione DottNet | 04/09/2009 16:55

Pfizer ha annunciato di aver raggiunto un accordo con il dipartimento di Giustizia statunitense relativo all'accusa di pratiche promozionali scorrette sull'uso 'off-label' del farmaco antinfiammatorio Bextra* (valdecoxib), ritirato dal mercato dal colosso americano nel 2005. L'azienda dovrà pagare la cifra record di 2,3 miliardi di dollari.
 

L'accordo - informa una nota di Pfizer - pone fine anche ad altre inchieste, che riguardavano pratiche promozionali sull'uso fuori etichetta dell'antibiotico Zyvox* (linezolid), dell'antipsicotico Geodon (ziprasidone) e dell'anti-fibromialgia Lyrica* (pregabalin), accuse legate al pagamento di professionisti sanitari relativi a questi e ad altri nove farmaci Pfizer, e altre cause.

 

I Correlati

I Correlati

Widget: 91798 (categoria) non supportato