Fresenius, +3% ricavi e -1% Ebit nel primo semestre

Aziende | Tania Vuoso | 04/09/2009 17:05

Fresenius Medical Care, gruppo leader nella fornitura di tecnologie e servizi per la dialisi, ha chiuso il primo semestre 2009 con ricavi consolidati per 5,323 miliardi di dollari, in crescita del 3% rispetto allo stesso periodo 2008.

A tassi costanti la crescita è pari al 9%, riferisce in una nota la società quotata alla Borsa di New York e a Francoforte. La crescita organica nei primi 6 mesi dell'esercizio in corso è stata dell'8%.
L'utile operativo Ebit è diminuito dell'1% a 813 milioni di dollari, risentendo in parte di effetti valuta, sottolinea l'azienda confermando i target per il 2009.
A fine giugno 2009 Fresenius Medical Care aveva in trattamento dialitico 190.081 pazienti nel mondo, in 2.471 cliniche. La società opera con 66.364 addetti, in crescita rispetto ai 64.666 di fine 2008. Per l'esercizio in corso il gruppo conferma i propri obiettivi che
prevedono ricavi per 11,1 miliardi di dollari (+8%) e un utile tra gli 850 e 890 milioni. La società dispone di 200-300 milioni di dollari per possibili acquisizioni. In particolare, nel secondo trimestre 2009 i ricavi sono stati pari a 2,764 miliardi (+4%) e l'utile netto a 221
milioni (+5% rispetto allo stesso periodo 2008).
In Italia, dove Fresenius Medical Care è presente con uno stabilimento a Palazzo Pignano (Cremona) e conta 450 addetti, la società ha chiuso il primo semestre 2009 registrando ricavi complessivi per le sue attività di vendita prodotti e gestione ambulatori di dialisi per 62,2 milioni di euro. La crescita rispetto ai primi 6 mesi 2008 è del 2 %, conclude il comunicato.
 

I Correlati

I Correlati

Widget: 91798 (categoria) non supportato