Da Monster.it: Pionieri nel marketing farmaceutico

Redazione DottNet | 06/09/2009 12:24

Se il Product Manager è uno dei profili professionali più interessanti dello scenario lavorativo del settore farmaceutico, certo si può ben dire anche del Product scouting, manager dell'area Marketing di queste aziende.
 

Questi, collaborando strettamente con il Product manager, si occupa principalmente di new products scouting, un innovativo strumento di rilevazione delle tendenze del mercato, che consiste nello svolgimento di ricerche qualitative e quantitative di nuovi prodotti farmaceutici, dell'elaborazione delle proiezioni di vendita e dell'analisi e monitoraggio delle strategie della concorrenza.
Il ruolo del Product scouting si sviluppa sia in senso strategico che operativo: egli, infatti, pianifica gli obiettivi, le strategie e le azioni necessarie a realizzare, prima, la produzione e, poi, la commercializzazione di un prodotto o di una linea di prodotti.
Dal punto di vista operativo egli deve essere in grado di comprendere e coordinare le varie funzioni aziendali che concorrono alla realizzazione della sua strategia: il reparto produzione, quello delle vendite, il comparto finanziario e le risorse umane.
Requisiti indispensabili sono la capacità di lavorare per obiettivi e l'esser dotati di curiosità, determinazione, flessibilità e buone capacità relazionali.
Il lavoro del Product scouting si basa su una approfondita conoscenza del mercato farmaceutico, dei suoi prodotti e degli orientamenti dei consumatori, che dovrà essere adeguatamente supportata da un background culturale preferibilmente in discipline economiche, statistiche e/o chimiche e da esperienze professionali maturate nell'ambito della direzione marketing.
Il Product scouting deve essere in grado di interpretare le tendenze attuali e di prospettiva del mercato. Il contesto in cui operano le aziende farmaceutiche è modernamente organizzato, altamente professionale e orientato fortemente alla conquista di nuovi scenari internazionali.
Pertanto, risultano essere essenziali, per questo innovativo profilo professionale, le capacità organizzative e di incisività e, in particolar modo, la lungimiranza strategica che garantiscano la produzione ed il lancio di prodotti in grado di trovare un sicuro e proficuo inserimento nel mercato farmaceutico, sempre più competitivo ed aperto alle innovazioni.