Da Altroconsumo: Prezzi farmaci e liberalizzazione: le nostre richieste a Mister Prezzi

Farmaci | Redazione DottNet | 12/09/2009 17:38

La nostra inchiesta sui prezzi dei farmaci ha sollevato un problema reale (i prezzi sono aumentati in tutti i canali distributivi) e suscitato un vivace dibattito tra gli operatori del settore, che speriamo sia utile per analizzarlo e risolverlo.
Siamo da sempre convintissimi sostenitori delle liberalizzazioni, e proprio per questo vogliamo che funzionino al meglio, vadano avanti e offrano reali vantaggi ai consumatori.

 

La liberalizzazione (parziale) della distribuzione farmaceutica ha dato solo la metà dei suoi frutti: le grandi differenze di prezzo dimostrano che la concorrenza è partita e che esistono per i cittadini occasioni di risparmio, grazie all'apertura di canali di vendita alternativi alle farmacie. Ma in un mercato concorrenziale maturo i prezzi devono tendere ad allinearsi verso il basso e non dovrebbe esserci spazio per forti differenze o aumenti generalizzati come quelli evidenziati dalla nostra inchiesta.

Abbiamo inviato i risultati della nostra indagine al Garante per la sorveglianza dei prezzi, Roberto Sambuco, chiedendogli di intervenire per garantire una maggiore trasparenza e conoscenza dei prezzi. L'Operazione Prezzi trasparenti promossa dal Garante (che prevede che le farmacie, parafarmacie e corner salute espongano il prezzo di 20 farmaci) ha avuto un'adesione scarsa e poco uniforme sul territorio, come abbiamo constatato con due recenti inchieste.

Quali allora gli strumenti per fare sì che la liberalizzazione si concretizzi in un abbassamento dei prezzi?

1.Conoscenza e trasparenza. I cittadini non hanno strumenti che li aiutino a capire velocemente se un prezzo è conveniente oppure no: proponiamo di aumentare a 50 l'elenco dei prezzi dei farmaci da esporre, obbligando tutti i punti vendita ad aderire. Con la nostra inchiesta abbiamo dimostrato che lo stesso farmaco si può pagare la metà nella farmacia accanto.
2.Monitoraggio da parte del Garante dei prezzi dei farmaci e pubblicazione del prezzo medio.
3.Favorire l'apertura di punti vendita. Il numero delle farmacie è vincolato e i punti vendita in concorrenza sono ancora troppo pochi.
4.Nessuna retromarcia sulle liberalizzazioni il disegno di legge Gasparri-Tomassini è una concreta minaccia per il pieno sviluppo di un libero mercato dei farmaci.
 

I Correlati

I Correlati

Widget: 91798 (categoria) non supportato