Trapianti: GB, fegato negato a 19enne alcolista a rischio vita

Redazione DottNet | 15/09/2009 17:20

trapianto

Ha 19 anni e ha bisogno di un intervento salvavita: un trapianto di fegato che lo strappi a una morte prematura ma che appare appena dietro l'angolo.
 

Ma a Gareth Anderson, finito in ospedale dopo un weekend alcolico in cui bevuto ben 30 lattine di birra, è stato negato un fegato nuovo. Le regole, in Inghilterra, parlano chiaro: il ragazzo non ha dimostrato di poter restare lontano dall'alcol per almeno sei mesi consecutivi.
Ricoverato inizialmente all'ospedale Ulster, in Irlanda, il giovane ora è stato trasferito al King's College Hospital di Londra, dove i medici stimano che gli restano non più di due settimane da vivere se non si interviene immediatamente.
Si rischia di replicare il caso Reinbach, una storia rimbalzata nel luglio scorso sulle cronache di ogni angolo del pianeta: Gary, un ragazzo inglese di 22 anni, è morto dopo che gli era stato negato il trapianto di fegato per i medesimi motivi che oggi rischiano di uccidere Gareth. Ma il padre del 19enne non vuole darsi per vinto e si è rivolto ai legali. Chiede che le regole vengano cambiate in gran fretta, per strappare dalla morte suo figlio. "Bisogna fare un'eccezione e dare una chance" a Gareth, afferma l'uomo sulle pagine della Bbc online.