Tumori: scoperti i geni della leucemia nei bimbi

Pediatria | Redazione DottNet | 17/09/2009 11:46

Scoperti i geni della leucemia dei bambini. A suggerire per la prima volta un legame fra Dna e rischio di leucemia linfoblastica acuta, la forma più comune in età infantile, è uno studio firmato dai ricercatori britannici guidati da Richard Houlston dell'Institute of Cancer Research.

Il lavoro, pubblicato su 'Nature Genetics' e finanziato dalla charity Leukaemia Research, svela tre varianti genetiche correlate al tumore del sangue.Ognuna di queste, calcolano gli scienziati Gb, aumenta del 30-60% la probabilità di ammalarsi. La leucemia è il tumore più frequente in età pediatrica, ricordano gli esperti. Solo nel Regno Unito si registrano circa 500 nuovi casi ogni anno, rappresentati per l'85% dalla leucemia linfoblastica acuta. Houlston e colleghi sottolineano che la malattia viene scatenata da un insieme complesso di fattori, fra cui - emerge dal nuovo studio - anche particolari 'difetti' genetici. Precedenti ricerche hanno indicato che nella leucemia dei bimbi potrebbero essere coinvolte sia modifiche delle cellule del sangue insorte durante la vita uterina sia altre mutazioni, probabilmente 'innescate' da comuni infezioni pediatriche. I risultati del nuovo lavoro, avverte quindi Mel Greaves, dell'equipe inglese, non devono far pensare che i fattori ereditari siano gli unici imputati nella leucemia linfoblastica acuta. Tuttavia, precisa Houlston, lo studio "offre la prima evidenza che un 'make-up' genetico può giocare un ruolo importante nello sviluppo della patologia". Un'informazione che, econdo Leukaemia Research, potrebbe portare a terapie meno invasive.

I Correlati

I Correlati

Widget: 91798 (categoria) non supportato