Umidità: segreto per unghie perfette, 55% valore ottimale

Dermatologia | Redazione DottNet | 18/09/2009 14:45

E' l'umidità dell'ambiente in cui viviamo a influenzare la salute delle nostre unghie. Sia che si desiderino lunghe e lucenti, che corte e 'sportive', per averle perfette il valore ottimale è del 55%, facile da riscontrare in condizioni meteorologiche normali.

Lo hanno scoperto i ricercatori dell'università di Manchester (Gb), che illustrano i dettagli delle loro verifiche sul 'Journal of Biomechanics'. Stephen Eichorn e Roland Ennos hanno effettuato alcuni test su un gran numero di campioni prelevati a giovani in salute. I risultati suggeriscono che le unghie resistono meglio a taglietti e sfaldature quando l'umidità resta su valori medi, appunto attorno al 55%. E che quando questa percentuale scende o sale troppo diventano assai più fragili: ecco spiegato perché, fra l'altro, dopo un lungo bagno le unghie si ammorbidiscono fino a rischiare di rompersi. A proposito di questo, gli studiosi hanno anche scoperto che basta tirare un poco le estremità dure delle nostre dita per far recuperare loro le proprietà meccaniche ottimali. "Abbiamo rilevato che le unghie sono in grado di adattarsi a tutte le condizioni - sottolinea Eichorn - anche se è meglio non sottoporle a eccessiva secchezza o umidità. Se la colonninasi ferma al 55% resistono meglio ai traumi".

I Correlati

I Correlati

Widget: 91798 (categoria) non supportato