Nasce l’Accademia Europea delle Scienze Oncologiche

| 23/09/2009 19:15

Nasce l'Accademia Europea delle Scienze Oncologiche, formata da super esperti indipendenti appartenenti ai vari Paesi dell'Unione Europea, in grado di proporre ai politici piani di investimento e aree in cui concentrare risorse.

 La sua costituzione è avvenuta nell' ambito del Congresso Europeo di Oncologia (Ecco-Esmo) di Berlino. ''L'idea dell'Accademia - precisa Marco Pierotti, direttore scientifico dell'Istituto dei Tumori di Milano (Int) - è assolutamente nuova. Intende essere un organismo superspecialistico e assolutamente indipendente, con la possibilità di mettere le proprie competenze a disposizione di tutti gli attori dell'oncologia che lo desiderino: non solo i politici e i governi, dunque, ma anche gli organismi di ricerca e le comunità di pazienti''. Nel corso della prima riunione, tenuta nell' ambito di Ecco (European CanCer Organisation), è stato eletto il presidente nella persona del Premio Nobel Harald Zurhausen, ed è stato chiesto alla comunità degli oncologi europei di indicare i primi nominativi. In tutto sono 114, ma si pensa di arrivare a un gruppo di 200-300 accademici. Tra i rappresentanti italiani il direttore scientifico dell'Istituto Europeo di Oncologia (Ieo) Umberto Veronesi, Giuseppe Pelicci (Ieo), il direttore dell' Istituto Mario Negri, Silvio Garattini, il direttore dell'Istituto Candiolo di Torino, Paolo Comoglio, e Marco Pierotti, dell'Int.

I Correlati

I Correlati

Widget: 91798 (categoria) non supportato