ingerenza politica e sanità

Sanità pubblica | Quirino Ficorilli | 24/09/2009 15:30

nel tessuto sociale di una democrazia la rappresentatività amministrativa degli EE.LL impone linee di programmazione nella politica sanitaria confacenti alla soddisfazione dei bisogni essenziali della popolazione asservita. In tal senso la tutela politica è da intendersi come esercizio di un dovere - diritto degli amministratori. Del tutto differente è il nesso stringente tra scelta partitica ed ingerenza nella conduzione e gestione aziendale sanitaria, che è presente storicamente in tutte le regioni ed in ogni ASL: dalla nomina dei Direttori Generali, Sanitari ed Amministrativi, al controllo dei futuri direttori di struttura complessa, in assenza di procedure formalizzate obiettive e condivisibili, alle nomine di dirigenti per funzioni semplici, alle assunzioni di personale sanitario e non sanitario.

I Correlati

I Correlati

Widget: 91798 (categoria) non supportato