Alimentazione: nutrizionista, integratori vitaminici fanno più male che bene

Tania Vuoso | 25/09/2009 12:06

Ma quali effetti strabilianti. Prendere integratori vitaminici fa più male che bene, anche dal punto di vista economico. Ma soprattutto alla salute: utilizzandone più di uno, infatti, si rischia di assumere eccessive quantità di alcune sostanze potenzialmente nocive, come la vitamina A che può far male alla salute delle ossa.

 

Ne è convinto Brian Ratcliffe, nutrizionista della Robert Gordon University di Aberdeen (Gb) ed ex consulente della Food Standard Agency britannica. Secondo Ratcliffe, "l'uso di questi prodotti, che ormai si trovano ovunque, è solo uno spreco di soldi a favore dell'industria". Industria che alimenta le paure dei cittadini di non assumere abbastanza vitamine con la dieta 'mordi e fuggi', e spesso sbilanciata, tipica di oggi. Eppure, in Gb il 40% delle donne e il 30% degli uomini mandano già almeno un integratore al giorno, "spesso dimenticando perché lo fanno - evidenzia l'esperto - e senza considerare che basterebbe aumentare il consumo di alcuni cibi per migliorare la qualità della nostra alimentazione". Largo agli integratori, però, in due casi: quando si aspetta un bambino e occorre assumere più acido folico per evitare malformazioni nel feto, e più avanti con l'età, quando la vitamina D inizia a 'latitare' e le ossa si indeboliscono.

I Correlati

I Correlati

Widget: 91798 (categoria) non supportato