Psoriasi, primi sintomi dalle unghie. Ma nessun dermatologo verifica

Redazione DottNet | 29/09/2009 15:37

linee-guida

I sintomi della psoriasi si riconoscono dalle unghie, ma questo campanello d'allarme è spesso ignorato dai dermatologi. E' quanto è emerso da un incontro sulla Psoriasi, patologia della pelle invalidante ma non infettiva che in Italia colpisce circa 3 milioni di persone, cui ha partecipato, fra gli altri, Sergio Chimenti, direttore della Scuola di specializzazione in Dermatologia e Venereologia dell'Università di Roma Tor Vergata.

 Chimenti ha sottolineato come l'unghia sia un segnale di anticipazione della malattia che, riconosciuto in tempo, aumenta l'efficacia della terapia. Sintomi come piccole punteggiature digitiformi sulla superficie dell'unghia, distacco della parte terminale e un aspetto a macchia d'olio che da' il colore giallastro non vanno sottovalutati: ''Purtoppo però, quasi nessun medico controlla le unghie'', ha commentato Chimenti, che ha anche presentato i risultati dell'arrivo sul mercato di un anticorpo monoclonale immunodepressore. ''Dopo due anni e mezzo possiamo dire che i risultati del farmaco sono andati al di là delle aspettative - ha detto Chimenti. L'anticorpo monoclonale infliximab assicura un controllo dell'infiammazione più efficace e ha il vantaggio di essere somministrato per infusione''. Dati Gfk-Eurisko confermano il successo del farmaco: il 62% dei pazienti ha valutato molto positivamente la sua efficacia, con un miglioramento di tutte le dimensioni del vivere quotidiano, soprattutto grazie a una riduzione del dolore a livello articolare. Anche i medici dei centri Psocare - le 154 strutture in Italia specifiche per la diagnosi e la terapia della psoriasi - hanno valutato il farmaco positivamente.