Asmatico 1 alunno su 10, occhio a barriere invisibili nelle scuole

Redazione DottNet | 01/10/2009 17:46

Dopo la pausa estiva 8 milioni di bambini italiani sono tornati sui banchi di scuola. Di questi, uno su dieci soffre di sintomi asmatici e uno su tre di allergie.

Un problema, dal momento che - secondo l'Organizzazione mondiale della sanità - chi frequenta abitualmente edifici umidi o con muffe ha il 75% di possibilità in più di soffrire di disturbi respiratori come l'asma, e si stima che in Europa il 20-30% degli edifici abbia questo problema. A sensibilizzare sul tema i genitori dei piccoli alunni allergici e asmatici è Sandra Frateiacci, presidente di Federasma Onlus (Federazione italiana delle associazioni di sostegno ai malati asmatici e allergici). "Dopo le vacanze all'aria aperta, spesso in località vicine al mare o in montagna, i bambini asmatici e allergici che vivono nelle grandi città devono far di nuovo i conti con l'aria inquinata e altri fattori di rischio presenti negli ambienti dove trascorrono molto tempo della loro giornata. Come si sa, casa e scuola sono i luoghi più frequentati dai bambini. In classe - ricorda la Frateiacci - gli alunni trascorrono dalle 4 alle 8 ore al giorno per almeno 10 anni. E in questi ambienti i rischi per la salute dei bambini allergici e asmatici possono essere più elevati che non a casa". Se a casa le misure di prevenzione sono applicate dai genitori dei bambini allergici, a scuola questi piccoli sono spesso costretti a vivere in ambienti "inquinati". Nelle aule scolastiche, infatti, "gli acari della polvere, i derivati di animali domestici (portati attraverso gli indumenti dei bambini) e alcuni microrganismi, come funghi e spore - aggiunge la Frateiacci - rappresentano le principali fonti di allergeni indoor: si tratta di pericoli invisibili e pertanto subdoli e pericolosi per i soggetti più a rischio". Oltre agli allergeni, gli alunni possono essere esposti a inquinanti chimici provenienti dai materiali da costruzione e di arredamento, dai sistemi di riscaldamento, dalla cottura dei cibi nelle mense, dai prodotti usati per la pulizia degli ambienti, dalla strumentazione e dai macchinari come fax, stampanti e pc.
 

I Correlati

I Correlati

Widget: 91798 (categoria) non supportato