Una rete molecolare causa la schizofrenia

Psichiatria | Redazione DottNet | 08/09/2008 14:20

La schizofremia ha meno segreti: ricercatori italiani e americani hanno accertato l'esistenza di una rete molecolare associata alla grave malattia.

Nuove scoperte sulle cause della schizofrenia. Ricercatori dell'università Johns Hopkins di Washington, tra cui un italiano, hanno accertato per la prima volta l'esistenza e il funzionamento di una rete molecolare associata con la schizofrenia. Questa rete è connessa a tre proteine e la schizofrenia e' legata a come queste tre proteine interagiscono tra loro. Il fatto che la malattia potesse essere collegata a queste proteine era noto. Ma non era noto affatto che esistesse un collegamento diretto tra di esse, una sorta di rete molecolare che è connessa alla manifestazione della malattia e che può potenzialmente essere curata per via farmacologica . ''E' una scoperta esaltante dal nostro punto di vista - ha spiegato a Washington il responsabile del progetto di ricerca, Akira Sawa - perchè fino ad oggi i numerosi fattori coinvolti (nella malattia) non erano collegati tra loro. Ora invece sappiamo come queste tre proteine interagiscono tra loro. Questa scoperta apre scenari molto interessanti''. La scoperta - ha precisato Sawa - è stata resa possibile dall'intervento di un ricercatore italiano, Nicola Cascella, co-direttore del programma di psichiatria molecolare, che è riuscito a mettere insieme i risultati ottenuti in altre ricerche correlando le relative scoperte alla schizofrenia e al modo in cui le proteine interagiscono. ''E' esattamente il tipo di connessione che gli studiosi sognano di incontrare nelle loro ricerche - ha detto Cascella riferendosi al 'funzionamento' delle rete molecolare che fa capo alle tre proteine in questione -. Si tratta di un percorso molecolare che oggi la medicina è potenzialmente in grado di curare per via farmacologica''.

I Correlati

I Correlati

Widget: 91798 (categoria) non supportato