Toscana: prato, questo mese riprende corso di qigong, medicina tradizionale cinese per malati fegato e Hiv-positivi

Gastroenterologia | Redazione DottNet | 13/10/2009 11:57

Riprenderà questo mese il corso di QiGong organizzato dall'Unità operativa malattie infettive dell'ospedale dell'Asl 4 di Prato, in collaborazione con il Centro Psycheros, per offrire uno strumento che può integrare i percorsi di cura delle persone con malattia cronica di fegato o infezione da Hiv.

Il programma proposto, a cura di Ursula Wunderli, è stato specificamente messo a punto in relazione alla tipologia di utenza e comprende vari tipi di esercizi di QiGong medico tradizionale, tutti provenienti dall'insegnamento diretto del maestro Li XiaoMing, direttore dell'Istituto di ricerca sul QiGong dell'università di medicina tradizionale cinese di Pechino.

Questa attività è stata avviata in via sperimentale nel 2004. I risultati clinici e di attività sono stati molto buoni e per le persone che hanno frequentato il corso c'è stato un miglioramento del benessere e della qualità di vita. La pratica regolare di questo metodo permette di sostenere i processi di autoregolazione dell'organismo e le difese immunitarie, di rinforzare il terreno vitale in modo da affrontare al meglio anche i momenti critici o le situazioni croniche di malattia.
 

I Correlati

I Correlati

Widget: 91798 (categoria) non supportato