Pierrel, Fda certifica idoneità stabilimento Capua

Redazione DottNet | 15/10/2009 16:49

La Food and Drug Administration (Fda) statunitense, dopo aver ispezionato lo stabilimento Pierrel di Capua, ha stabilito che l'impianto è idoneo alla produzione in asepsi di iniettabili in tubofiale destinati al mercato Usa. Ne dà notizia la Pierrel, che ha ricevuto oggi la comunicazione dall'Fda.

 

Per Canio Mazzaro, presidente di Pierrel, "si conclude con successo un impegnativo processo iniziato nel 2006 subito dopo l'Ipo e che ha visto la società investire circa 30 milioni di euro, oltre ad un rilevante impegno di risorse umane e professionali. Con questo risultato il gruppo conferma la propria strategia di crescita sul mercato americano in cui è già presente da luglio con Pierrel Research Usa, attiva nell'area Contract Research".
Per l'ad Luigi Visani, "la nostra divisione Manufacturing è quindi adesso in grado di affrontare la penetrazione del mercato statunitense, che per il solo segmento degli anestetici dentali vale oltre 300 milioni di dollari l'anno attualmente serviti da un solo produttore. Il nostro processo, basato sull'asepsi, è in grado produrre farmaci con specifiche di stabilità e qualità più elevate, rispetto a quelli prodotti con sterilizzazione terminale. Oggi l'approvazione riconosciutaci dall'Fda apre a Pierrel Spa una serie diopportunità per la produzione di farmaci iniettabili anche per indicazioni terapeutiche diverse da quelle dentali, quali quelle connesse al trattamento di patologie metaboliche, immunologiche ed altre".
 

I Correlati

I Correlati

Widget: 91798 (categoria) non supportato