Napoli, nuovi turni per le farmacie

Redazione DottNet | 19/10/2009 21:48

''Esprimo plauso e soddisfazione per l'approvazione in Commissione Sanità e in Commissione Attività Produttive, della mia proposta di legge che tende a modificare turni di apertura e massimali delle ore lavorative per le farmacie della Campania''.

E' quanto afferma il consigliere regionale del Partito Democratico e presidente della VI Commissione Francesco Casillo, nel commentare l'approvazione degli emendamenti alla Legge regionale 7/80 che riorganizzano il sistema delle aperture delle farmacie in Campania. Nel ringraziare i presidenti degli organismi consiliari V e IV Angelo Giusto e Giuseppe Sarnataro e i componenti delle commissioni ''per la sensibilità dimostrata'', Casillo ha evidenziato che ''una volta ratificato l'emendamento in Consiglio Regionale, avremo reso un buon servizio sia ai cittadini sia alle farmacie stesse, in quanto la semplice abolizione del massimale delle ore di lavoro, unita alla possibilità per le farmacie non di turno di restare aperte nei giorni di domenica e nelle festività infrasettimanali, aveva prodotto delle vere e proprie speculazioni in un settore a elevata connotazione etica e a forte impatto sociale''. ''Con i miei emendamenti vengono introdotti elementi di flessibilità per adeguare il servizio offerto sul territorio in armonia con il soddisfacimento delle esigenze dei cittadini - ha concluso Casillo - in pratica, l'apertura settimanale delle farmacie passa da non meno di 44 ore a non più di 60, mentre tutte le farmacie non di turno sono obbligate a rispettare la chiusura domenicale e nelle festività infrasettimanali. La nuova fascia antimeridiana di apertura prevista va dalle 8 alle 14 mentre quella pomeridiana va dalle 15 alle 20''.

I Correlati

I Correlati

Widget: 91798 (categoria) non supportato