Snami, è ora di aprire le trattative sul contratto medici

Redazione DottNet | 28/10/2009 20:38

Dopo l'accordo governo-regioni sul Patto per la salute concluso la scorsa settimana, lo Snami, il Sindacato nazionale autonomo medici italiani, chiede di riaprire le trattative sul contratto collettivo nazionale per la categoria.

 ''Sarebbe una dimostrazione di buona volontà per parte pubblica almeno calendarizzare gli incontri'', afferma il presidente dello Snami Mauro Martini, in una nota. Martini ricorda che l'intesa sul Patto vale per il triennio 2010-2012 e prevede un aumento del Fondo sanitario nazionale di complessivi 8 miliardi. Inoltre si potranno sbloccare ulteriori 23 miliardi dei Programmi attuativi regionali (Par), finanziati con il Fas (Fondo per le aree sottoutilizzate). Ci sono quindi le condizioni, sottolinea Martini, per ''riprendere a dialogare sui contratti. Non vogliamo parlare per ora - aggiunge - di percentuali di aumento, poichè in questo frangente non ci sembra opportuno. Vorremmo solo un segnale da parte pubblica: la stesura dell'atto di indirizzo relativo al secondo biennio potrebbe essere la dimostrazione della disponibilità a trattare prima della tornata elettorale di marzo''.

I Correlati

I Correlati

Widget: 91798 (categoria) non supportato