Ipertensione nefrovascolare nei bambini.

| 05/11/2009 15:12

Presso il Dipartimento di nefrologia pediatrica è stata condotta un’analisi retrospettiva di tutti i pazienti affetti da ipertensione nefrovascolare (RVH) trattati chirurgicamente in un periodo compreso tra 1979 e 2008.

37 bambini (65%) con età media di 7.6 con pressione sistolica media (SBP) di 140 mmHg prima dell’intervento. 19 pazienti (51%) presentavano stenosi bilaterale dell’arteria renale e disturbo intrarenale, 15 pazienti (40%) presentavano “mid aortic syndrome”; 8 pazienti (23%) riportavano un coinvolgimento delle arterie viscerali (profonde) e 8 pazienti (26 %) riportavano disturbi cerebrali. I diversi interventi eseguiti comprendevano: nefrectomia (18), chirurgia nefrovascolare delle arterie renali (28) e ricostruzione dell’aorta senza innesto (6) con innesto (1). Non ci sono state morti a seguito delle operazioni, due bambini sono morti durante il follow-up. La SBP post chirurgica è passata ad un valore medio di 116 (90-160) mmHg. Ad un anno dall’operazione, 16 (43%) bambini avevano valori pressori nella norma senza necessitare di un trattamento farmacologico, 15 (41%) avevano valori pressori nella norma ma sottoposti a trattamento con antiipertensivi e 4 (11%) non avevano riportato nessun cambiamento da prima del trattamento chirurgico, di due bambini (5%) non c’erano dati a disposizione. In conclusione, il trattamento chirurgico è stato efficace nel 90% dei bambini se associato a terapia farmacologica e radiologica.

I Correlati

I Correlati

Widget: 91798 (categoria) non supportato