Medici senza frontiere, aumentano le donazioni

| 12/11/2009 19:56

medicina sanità sindacato

In un anno sono cresciute del 10% le donazioni a Medici senza Frontiere (Msf), organizzazione umanitaria Premio Nobel per la pace 1999, quasi totalmente grazie al supporto di privati cittadini e del 5 per mille.

 E' solo uno dei dati del Rapporto 2008 sulle attività di Msf: ''la raccolta fondi nel 2008 in Italia mostra una tendenza positiva: dai 35,9 milioni di euro del 2007 si è passati a 39,3 milioni, riconducibile innanzitutto all'incasso del 5 per mille del 2006, pari a 5 milioni di euro. Al netto degli effetti 'straordinari' del 2007 e del 2008, la raccolta fondi è stata sostanzialmente stabile nei due anni. Nel 2008 i fondi di provenienza pubblica (ad esempio da enti locali) hanno rappresentato una quota minima del bilancio complessivo: circa lo 0,2%. Oltre il 99% dei fondi raccolti in Italia è quindi frutto di una scelta fatta da privati cittadini (89% del totale), o da aziende e fondazioni private (il restante 10%)''. Positivo anche il bilancio dei professionisti come medici, infermieri, economisti, farmacisti o ostetriche che hanno scelto di unirsi all''esercito' di Medici senza Frontiere: in totale, 242 italiani nel 2008 sono partiti come operatori umanitari, e il 40% di questi ha lavorato in contesti di conflitto o di violenza urbana.