Approvato Lysteda per trattare il sanguinamento mestruale acuto

Redazione DottNet | 16/11/2009 10:49

La Food and Drug Administration statunitense ha approvato le compresse Lysteda (acido tranessamico), il primo prodotto non ormonale deputato a trattare il sanguinamento mestruale acuto (menorragia). Lysteda funziona stabilizzando una proteina che aiuta il sangue a coagulare.

Il sanguinamento mestruale acuto è riportato ogni anno in circa 3 milioni di donne statunitensi in età riproduttiva. Nelle donne con fibroidi uterine possono presentarsi acuti cicli mestruali. Ma, nella maggior parte dei casi, non ci sono condizioni sanitarie sottostanti associate con questo avvenimento. L’ acido tranessamico è stato dapprima approvato dalla FDA nel 1986 come iniezione, sotto il nome di brand di Cyclokapron, ed è usato per ridurre o prevenire il sanguinamento durante o in seguito all’ estrazione di denti in pazienti con emofilia, una patologia ereditaria vascolare causata dalla mancanza di un fattore di coagulazione del sangue. La reazione avversa più comune riportata durante i clinical trial dai pazienti che hanno usato Lysteda includono mal di testa, sintomi nasali ed al seno, dolori di schiena, addominali, muscolari ed articolari, crampi muscolari, anemia e fatica. C’è stata una riduzione statisticamente significativa di sangue perso in donne che hanno assunto Lysteda, comparate a quelle che hanno preso una pillola inattiva (placebo). Lysteda è prodotto dalla Xanodyne Pharmaceuticals di Newport.

I Correlati

I Correlati

Widget: 91798 (categoria) non supportato