Oms, basta con le otturazioni al mercurio

| 16/11/2009 21:00

defibrillatori follow-up

I gruppi ambientalisti e che si occupano di salute chiedono all'Organizzazione mondiale della sanità (Oms) di mettere al bando le otturazioni dentali al mercurio. In una riunione di esperti sul futuro utilizzo delle otturazioni dentali, una lettera, firmata da oltre 70 organizzazioni non governative di tutto il mondo tra cui per l'Italia l'Associazione Malattie da Intossicazione Cronica e/o Ambientale (A.M.I.C.A.), è stata presentata all'Oms per stabilire un calendario per eliminare progressivamente l'uso di otturazioni dentali al mercurio.

 ''Chiediamo che l'Oms promuova con la massima urgenza l'uso innovativo di alternative prive di mercurio con l'obiettivo di portare assistenza sanitaria odontoiatrica sostenibile alla popolazione mondiale - ha detto Michael Bender della US-based Mercury Policy Project -. Questo è del tutto coerente con il gran numero di iniziative analoghe in corso in tutto il mondo per eliminare gradualmente l'uso del mercurio nei prodotti e processi produttivi''. Nella lettera, le organizzazione fanno notare che il mercurio delle otturazioni dentali può viaggiare per lunghe distanze attraverso l'atmosfera e la contaminazione da questa neurotossina costituisce una grave minaccia a livello mondiale sia per la salute umana sia per l'ambiente. Gli attivisti sottolineano, inoltre, che ci sono vari percorsi attraverso cui il mercurio delle amalgame dentali viene smaltito scorrettamente e dove può essere solo parzialmente controllato (cliniche dentali, acque reflue, fanghi di depurazione, crematori). ''Si ritiene comunemente che l'effettivo controllo di questo rilascio di mercurio a livello globale sarebbe non solo impossibile, ma anche eccessivamente costoso - ha sottolineato Elena Lymberidi, coordinatrice della Campagna Zero Mercury dello European Environmental Bureau -. Pertanto, nel tempo, la soluzione a minor costo è che le otturazioni prive di mercurio diventino la regola e non l'eccezione nel trattamento odontoiatrico''. L'Oms, rileva l'associazione AMICA, ''ha recentemente riconosciuto il fatto che i governi del mondo hanno raggiunto un consenso sulla necessità di un trattato giuridicamente vincolante per ridurre l'esposizione al mercurio a livello mondiale, ed ha dichiarato che l'incontro è destinato a fornire informazioni circa l'utilizzo futuro di biomateriali e ad indirizzare le diverse sfide per i paesi più ricchi e per quelli più poveri''.