Accordo GSK – Nabi per NicVAX®

Redazione DottNet | 19/11/2009 10:45

GlaxoSmithKline Biologicals SA (GSK) e Nabi Biopharmaceuticals hanno annunciato un’ opzione di esclusiva mondiale ed un accordo per la licenza di un vaccino candidato coniugato alla nicotina (NicVAX®), un vaccino in sperimentazione per il trattamento dell’ aggiunta di nicotina e la prevenzione di recidiva di fumo, così come per lo sviluppo di una seconda generazione di vaccino per la nicotina.

In base ai termini dell’ accordo, la GSK pagherà alla Nabi un pagamento iniziale non rimborsabile di 30 milioni di dollari alla chiusura e riceverà un’opzione sulla licenza esclusiva su base mondiale di NicVAX ed una licenza allo sviluppo in seguito di una successiva generazione di vaccino contro la nicotina usando la proprietà intellettuale della Nabi. Insieme al pagamento iniziale, la Nabi potrebbe ricevere oltre 500 milioni di dollari in pagamenti opzionali e regolatori, per obiettivi di vendita e di sviluppo per il NicVAX ed i vaccini contro la nicotina che seguiranno se la GSK dovesse esercitare la sua opzione così come le royalties sulle vendite globali della prossima generazione di vaccini contro la nicotina.
La Nabi riceverà anche royalties a due cifre sulle vendite globali di NicVAX. NicVAX è recentemente entrato nella prima delle due fasi III di trial clinico. La Nabi sarà responsabile di tutti i costi per lo sviluppo di fase III di questo aspirante vaccino. Dopo il completamento positivo degli studi di fase III, se la GSK eserciterà la sua opzione, la GSK prenderà la responsabilità per gli ulteriori sviluppi e commercializzazione del NicVAX. In parallelo con gli studi di fase III, ed indipendentemente dal fatto che eserciti la propria opzione di ottenere la licenza di NicVAX, la GSK starà sviluppando una successiva generazione di vaccini contro la nicotina basati sulla proprietà intellettuale della Nabi insieme alla tecnologia proprietaria della GSK.
 

I Correlati

I Correlati

Widget: 91798 (categoria) non supportato