Medici pubblici, l’Anaao riapre la vertenza sul contratto

| 19/11/2009 20:27

Si riapre la vertenza dei medici pubblici. Le organizzazioni sindacali della dirigenza medica, veterinaria, sanitaria e amministrativa hanno annunciato la mobilitazione ma per il momento non è stata calendarizzata alcuna azione di protesta specifica.

 I medici, in una nota dell'Anaao Assomed, il più rappresentativo della categoria, spiega che ''più volte posto all'attenzione del Governo, del Parlamento e delle Regioni alcune questioni centrali per il Servizio Sanitario Nazionale e per la sua dirigenza senza ricevere risposte concrete''. Gli impegni assunti dal Ministro Sacconi in accordo con il Ministro Brunetta, ha anche spiegato il sindacato, ''che avrebbero dovuto essere condivisi con le Regioni, non hanno determinato finora alcun risultato''. Sono 10 i punti su cui le organizzazioni sindacali chiedono di intervenire: il patto per la salute; i piani di rientro delle Regioni; il federalismo fiscale; la legge delega per la riforma della Pubblica Amministrazione e decreti delegati; la ''rottamazione'' della dirigenza del Servizio Sanitario Nazionale; il governo clinico e proroga attività libero professione intramuraria; il rischio clinico; il precariato della dirigenza del SSN; il rinnovo contrattuale; la rivalutazione economica della indennità di esclusività. Le organizzazioni sindacali, ''che a fronte degli impegni assunti avevano sospeso responsabilmente l'avvio della vertenza salute, in assenza di soluzioni (alcune delle quali proponibili nell'ambito della Finanziaria), ritengono pertanto di dover avviare già dalla prossima settimana la prevista mobilitazione, ricorrendo ad ogni forma di protesta consentita''.

I Correlati

I Correlati

Widget: 91798 (categoria) non supportato