Diabete, nelle scuole manca la possibilità di controllare la glicemia

| 19/11/2009 20:34

enpam fimmg governo medicina-generale ministero-della salute previdenza sanità-pubblica sindacato

Nell'85% delle scuole italiane non c'è possibilità per i ragazzi diabetici di controllare la glicemia e di avere assistenza nella somministrazione dell'insulina. Mentre nel 59% degli istituti, le mense scolastiche non offrono servizi adeguati per i diabetici.

E' emerso durante la consegna del premio per la vincitrice del concorso letterario 'Il diabete infantile e giovanile: le storie, i racconti' e i premi comunicazione 2009 offerti dalla Federazione Nazionale Diabete Giovanile. La premiazione, che si è svolta a Roma, è stata organizzata in occasione della Giornata Mondiale del Diabete. ''I dati relativi alle scuole - ha dichiarato il senatore Ignazio Marino, presidente della Commissione parlamentare d'inchiesta sull'efficacia e l'efficienza del Servizio Sanitario Nazionale, intervenuto alla cerimonia - dimostrano come siano inadeguati sia il sistema scolastico che quello sanitario. Basterebbe investire poche risorse nella ricerca - ha spiegato il senatore del Pd - per raggiungere dei traguardi, nel campo della terapia con le staminali, che non sono affatto lontani''. Il diabete giovanile è una patologia in crescita. ''Negli ultimi 20 anni - ha sottolineato Valentino Cherubini, medico diabetologo, in rappresentanza della Società Italiana di endocrinologia e diabetologia pediatrica - c'è stato un aumento del 6% annuo del numero di malati, con un aumento dell'incidenza del diabete di circa 30 volte rispetto alla fine degli anni Ottanta''. Una malattia, dunque, in crescita e della quale bisogna parlare per evitare che chi, soprattutto tra i bambini, è affetto venga trattato come 'diverso'. In questo contesto si inseriscono il concorso letterario e i premi comunicazione. La vincitrice del concorso letterario 2009 è stata Alessia Ranieri, insegnante romana di 25 anni, con il racconto ''Love is the answer' che fa parte di una raccolta di testimonianze di chi convive con il diabete che sarà pubblicata in un libro, edito da Agapantos Editore, illustrato con disegni di bambini con diabete. I premi comunicazione 2009, invece, sono andati a medici e giornalisti. I premiati di quest'anno sono stati: Maria Rita Montebelli, Maria Emilia Bonaccorso, Paolo Cornaglia Ferraris, Daniele Giola e l'associazione Imagine.