Una resina per curare carie senza trapano né anestesia

Odontoiatria | | 26/11/2009 15:20

Una 'toppa' di resina per riparare le piccole carie o i primi segni di deterioramento dei denti. Un sistema che permette, in pratica, di conservare il sorriso in salute senza utilizzare trapano, anestesia né eliminare tessuti sani.

Lo hanno messo a punto due equipe tedesche delle università Christian Albrecht di Kiel e Charité di Berlino, ed è già utilizzato in Germania dove i laboratori DMG Chemisch-Pharmazeutische Fabrik (GmbH) hanno lanciato il prodotto ad hoc 'riparadenti'. La tecnica consiste nel trattare la superficie del dente con un gel, che rende la lesione porosa. Si procede poi con un'asciugatura e con la successiva applicazione della resina, nata inizialmente per impedire ai denti di demineralizzarsi. La resina riempie, se necessario, e sigilla il dente, impedendo ai batteri di diffondersi. L'operazione si realizza in una sola seduta, con un costo inferiore ai 100 euro.

I Correlati

I Correlati

Widget: 91798 (categoria) non supportato