Avviso ai procuratori delle Aziende Farmaceutiche

Redazione DottNet | 02/12/2009 10:55

aifa

Dal 1 dicembre 2009 tutti i procuratori delle aziende farmaceutiche che dal 1 dicembre 2009, per le comunicazioni formali dei provvedimenti assunti nell’ambito dell’attività di propria competenza, ferme restando le notificazioni a mezzo posta, dovranno avviare le attività di notifica secondo nuove prescrizioni dopo decisione dell’ AIFA.

L’attività di notifica viene svolta dagli Uffici dell’AIFA in sala Cappella una volta a settimana, giovedì, dalle ore 9.00 alle ore 13.30.
a. L’elenco con indicazione delle Aziende, del giorno e dell’orario di notifica viene pubblicato sul portale dell’ AIFA il mercoledì di ogni settimana.
b. L’accesso, che sarà regolato dal personale di Vigilanza dell’AIFA, dovrà avvenire direttamente dalla sala cappella.
c. I procuratori delle aziende farmaceutiche che vengono a ritirare i provvedimenti in notifica devono essere necessariamente accreditati presso l’AIFA dall’Area Coordinamento Affari Amministrativi - Ufficio Affari Legali secondo la procedura vigente. Pertanto tutti coloro che non sono accreditati e che hanno interesse al ritiro dei provvedimenti AIFA devono inviare, entro due giorni dalla data prevista per le notifiche, la procura semplice o speciale all’Ufficio Affari Legali, anche via fax al numero: 06 5978 4055.
d. Nel caso di impedimento del procuratore accreditato e per quanto concerne in particolare le officine gas, il Legale Rappresentante può delegare un proprio incaricato con un atto sottoscritto (accompagnato da un documento di identità) che dovrà essere trasmesso a mezzo fax all’Ufficio Affari Legali, almeno due giorni prima della data prevista per le notifiche.
e. Per tutti i quesiti relativi alle procure viene creata una casella di posta elettronica: gestione_procure@aifa.gov.it
f. I soggetti interessati al ritiro degli stralci dei verbali della Commissione Tecnico Scientifica (CTS) dell’AIFA non dovranno più recarsi nella sede dell’Agenzia per compilare il modulo di accesso agli atti ma dovranno inviare l’apposito Modulo redatto in ogni sua parte, alla seguente casella di posta elettronica: CTS_stralcio_verbali@aifa.gov.it . Il modulo originale dovrà essere successivamente consegnato dai procuratori delle aziende in notifica ai referenti dell’Agenzia nello stesso giorno in cui avverranno le notifiche dei provvedimenti richiesti.

Fonte:AIFA