Obesità, anche in Italia prima pillola 'da banco'

Redazione DottNet | 03/12/2009 17:42

obesità pillola

Sbarca in Italia la prima pillola anti-obesità 'da banco', acquistabile senza ricetta medica. Si chiama Alli* e contiene orlistat alla dose di 60 milligrammi (la metà rispetto al medicinale a base di orlistat che necessita di prescrizione), ed è già in vendita nelle farmacie della Penisola.

Un alleato contro i problemi di sovrappeso, che tuttavia "non è una pillola magica", avvertono gli esperti: "Va utilizzato nell'ambito di un programma che associa alle capsule un piano dietetico e un aumento dell'attività fisica". Usato correttamente, promette di far 'smaltire' 1 chilo in più per ogni perdita di 2 chili ottenuta con la dieta. E proprio per evitare errori, il farmacista consegnerà insieme al prodotto due manuali ad hoc. Orlistat 60 mg - ricordano gli specialisti che a Milano hanno presentato il prodotto, durante un incontro organizzato da GlaxoSmithKline Consumer Healthcare - è il primo e l'unico farmaco per il sovrappeso e l'obesità autorizzato dalla Commissione europea, clinicamente provato attraverso numerosi studi scientifici, disponibile senza obbligo di prescrizione medica. Il medicinale è già presente nei principali mercati europei. E' raccomandato esclusivamente agli adulti con indice di massa corporea (Bmi) pari o superiore a 28 kg/m², e agisce impedendo che parte dei grassi assunti con la dieta vengano assorbiti dall'intestino. La confezione da 84 capsule costa 53 euro, quella da 42 capsule 35 euro. La dose giornaliera è di 3 capsule, ma può diminuire a seconda di cosa si mangia. "L'obesità è stata definita dall'Organizzazione Mondiale della Sanità una malattia pandemica - sottolinea Roberto Vettor, presidente eletto della Società italiana dell'obesità (Sio) - e nonostante gli innumerevoli sforzi compiuti sino ad oggi, lo scenario futuro sarà certamente dominato da un ulteriore aumento del fenomeno con conseguenze drammatiche sulla salute pubblica". Per esempio più casi di diabete di tipo 2, malattie cardiovascolari ischemiche e tumori da cattiva alimentazione. Secondo il numero uno della Sio, "la disponibilità di orlistat 60 mg rappresenta un ulteriore mezzo di difesa verso questa malattia e offre, a chi desidera perdere peso, l'opportunità di usufruire di una terapia scientificamente provata".