FDA pubblica lista di 20 'sorvegliati speciali' per possibili rischi

Redazione DottNet | 11/09/2008 17:15

farmacovigilanza fda reazione-avversa

Una lista di 20 farmaci 'sorvegliati speciali', che saranno tenuti cioè sotto osservazione peril sospetto che possano provocare effetti indesiderati fino a ora sconosciuti. Ma che non per questo i pazienti dovranno smettere di assumere. A pubblicarla è stato l'ente regolatorio americano sui medicinali, la Food and Drug Administration (FDA), che ha dunque messo on line sul suo sito web i risultati trimestrali del proprio sistema di farmacovigilanza, chiamato Adverse Event Reporting System (Aers).

 

I dati sui medicinali sospettati di dar luogo a eventi avversi - riporta una nota ufficiale della Fda - sono stati pubblicati perchè il Food and Drug Administration Amendments Act firmato nel settembre 2007 prevede che l'Agenzia Usa informi il pubblico ogni tre mesi su nuovi segnali di potenziali pericoli ottenuti grazie all'Aers. La presenza di un dato farmaco nella lista dei 'sorvegliati speciali' non significa però che gli esperti abbiano concluso che esso provochi il rischio descritto, o che sia stata identificata una chiara relazione causa-effetto fra il medicinale e il pericolo di un certo effetto indesiderato, ma solamente che si sta procedendo a valutazioni ulteriori perchè è stata rilevata la possibilità di un pericolo per la salute.
"Il nostro messaggio ai pazienti - sottolinea nella nota Janet Woodcock, direttore del Centro valutazione e ricerca sui farmaci della FDA - è di non interrompere il trattamento con un medicinale che sia contenuto nella nostra lista di 'sospetti', anche se il medico vi consiglia diversamente". Il sistema Aers - continua la nota – contiene milioni di segnalazioni di eventi avversi da farmaci effettuate da aziende farmaceutiche, medici e pazienti. Se un prodotto appare in questa lista, si dovrà valutare se è il caso di procedere con esami ad hoc, considerando il numero e la gravità degli effetti segnalati.
D'ora in poi, ogni tre mesi la FDA provvederà a pubblicare sul suo sito web un report con liste del genere.