Maturazione delle vertebre cervicali per determinare l’età ossea

Ortopedia | | 10/12/2009 15:06

Lo scopo dello studio, condotto presso il Dipartimento di Odontoiatria ad Hong Kong, è stato quello di valutare la validità del metodo basato sulla maturazione delle vertebre cervicali (CVM) come indicatore dell’età ossea durante la pubertà rispetto al metodo “mano-polso” (HWM).

400 soggetti radiografie, tra cui: cefalometrica laterale e mano-polso, sono state raccolte ed analizzate. L’età dei pazienti di sesso femminile era compresa tra i 10 ed i 15 anni, mentre per quelli di sesso maschile era tra 12 e 17 anni. L’età ossea è stata valutata secondo il metodo CVM e quello HWM. La CVM era significativamente correlata con l’età ossea misurata con HWM (p = 0.9521 [maschi] and 0.9408 [femmine]). Tutti i pazienti con vertebre cervicali allo stadio 3 della CVM corrispondeva allo stadio MP3-FG o MP3-G della HWM. In conclusione la CVM è un valido indicatore della crescita ossea durante il periodo della pubertà, inoltre fornisce le alterazioni della crescita nel tempo.

I Correlati

I Correlati

Widget: 91798 (categoria) non supportato