Bypass gastrico ed aumento del rischio di Kidney Stones

Redazione DottNet | 12/09/2008 11:31

“I pazienti obesi sottoposti ad un particolare tipo di chirurgia per applicare un bypass gastrico, Roux-en-Y bypass gastrico (RYGB), presentano un elevato rischio di sviluppare rapidamente malattia di Kidney Stones”, secondo una ricerca pubblicata a luglio sul Journal of the American College of Surgeons.

“I dati suggeriscono che RYGB è associato ad un aumentato rischio di sviluppare kidney stones già a partire da 3 mesi dopo l’operazione”, dice il ricercatore Manoj Monga, dell’Università di Minnesota. Anche se RYGB è un sicuro ed efficace trattamento dell’obesità, è stata riscontrata nefrolitiasi tra i pazienti sottoposti a tale tipo di chirurgia ed è stato dunque ritenuto importante valutare i rischi di tale metodica chirurgica e confrontarli con i benefici (diminuzione morbidità cardiaca, miglioramento del diabete) nel paziente obeso. Tra dicembre 2005 ed aprile 2007 è stato effettuato uno studio prospettico, longitudinale, su 24 adulti obesi (9 uomini, 15 donne) da sottoporre a RYGB, 5 dei quali presentavano storia di nefrolitiasi. Sono state analizzate le urine dei pazienti 7 giorni prima e 90 giorni dopo chirurgia. Gli endpoints considerati sono stati: variazioni di ossalato nelle urine e relativa sovrasaturazione di ossalato di calcio alla base e 3 mesi dopo chirurgia. Sono stati notati aumenti significativi dell’escrezione urinaria di ossalato (31 +- 10 mg/d vs 41 +- 18 mg/d, P = .026) e relativa sovrasaturazione di ossalato di calcio (1.73 +- 0.81 vs 3.47 +- 2.59, P = .030) solo 3 mesi dopo RYGB. 6 pazienti (25%) hanno sviluppato de novo iperoxaluria, con aumentata escrezione di ossalato da 26+-12mg/d a 63+-12mg/d. Non sono state riscontrate nei pazienti caratteristiche preoperatorie potenzialmente predittive di aumentato rischio di insorgenza di malattia di Kidney Stone. Non sono ancora completamente chiare le cause di aumentata nefrolitiasi dopo questo tipo di bypass gastrico, probabile che un riarrangiamento anatomico causato dall’operazione determini una condizione di malassorbimento, che potrebbe essere responsabile di aumento di escrezione di elettroliti urinari. L’insorgenza della malattia di Kidney stones potrebbe anche essere dovuta ad un’alterazione della microflora intestinale in seguito alla procedura chirurgica.
Per saperne di più

I Correlati

I Correlati

Widget: 91798 (categoria) non supportato