Fnomceo, proroga per il trasferimento all’Inps delle competenze sui certificati

Sanità pubblica | | 10/12/2009 20:15

Una proroga per il trasferimento all'INPS delle competenze sui certificati di malattia per i pubblici dipendenti, così come previsto dal Decreto legge sulla ottimizzazione della produttività del lavoro pubblico.

 E' quanto auspica la Fnomceo in una lettera inviata al Ministro della Funzione Pubblica, Renato Brunetta, al Ministro del Welfare, Maurizio Sacconi, e al Viceministro con delega alla Salute, Ferruccio Fazio, per segnalare il disagio dei medici nel dare piena attuazione alla nuova normativa sulle certificazioni di malattia per i pubblici dipendenti. Disagio che nasce, in primo luogo, dalla necessità di un chiarimento interpretativo del comma in cui si dispone che le certificazioni non possano riferirsi a 'dati clinici non direttamente constatati ne' oggettivamente documentati', e che non potrà non riflettersi in una seria difficoltà per i cittadini nell'ottenere i certificati di malattia. La Fnomceo si dice ''pienamente disponibile a collaborare per un chiarimento della situazione ed evitare disagi agli assistiti e disservizi amministrativi. ''In attesa di una puntuale ed efficace regolamentazione applicativa della materia - si legge nella lettera - si sollecita una proroga per l'attuazione del trasferimento delle competenze all'INPS''.

I Correlati

I Correlati

Widget: 91798 (categoria) non supportato