Influenza A: EMEA, 10 mln vaccinati e nessuna reazione grave

Farmaci | | 11/12/2009 12:34

Finora non è stata identificata alcuna reazione grave e inattesa ai vaccini pandemici autorizzati nel vecchio continente. Lo segnala l'EMEA (Agenzia Europea del Farmaco), che per la prima volta diffonde un aggiornamento settimanale di farmacovigilanza, relativo ai sieri pandemici e agli antivirali usati in Europa. Secondo l'agenzia, sarebbero stati vaccinati circa 10 milioni di persone. Il rapporto, che avrà cadenza settimanale, sottolinea che finora gli eventi avversi più frequenti dopo la vaccinazione anti-H1N1 non sono stati nè gravi nè inattesi.

"Mentre le campagne di vaccinazione sono in corso in Unione Europea, si ritiene che dieci milioni di persone siano state vaccinate", indica l'agenzia con base a Londra. "Il bilancio rischi-benefici dei vaccini pandemici e degli antivirali usati per l'influenza A continua a essere positivo". E gli eventi avversi riportati finora sono principalmente "febbre, nausea, mal di testa, reazioni allergiche e reazioni localizzate al sito dell'iniezione". Elementi che "confermano i profili di sicurezza dei tre vaccini" autorizzati nel vecchio continente. "Nuovi dati dei trial clinici - prosegue il rapporto dell' EMEA - hanno mostrato una maggior incidenza di febbre dopo la seconda dose di Pandemrix* nei bambini da 6 a 35 mesi. Una verifica di questi dati è in corso".
Il rapporto è stato elaborato a partire dalle segnalazioni raccolte negli Stati membri da parte di Eudra Vigilance, il servizio di farmacovigilanza dell'EMEA. Al 27 novembre erano stati ricevuti 3.832 rapporti.


 

I Correlati

I Correlati

Widget: 91798 (categoria) non supportato