Associazione tra pancreatite cronica e le risposte regolatorie delle cellule T specifiche per malattia

Redazione DottNet | 14/12/2009 10:54

La pancreatite cronica è caratterizzata da fasi alternanti di infiammazione acuta e malattia quiescente, nelle quali è stato suggerito un coinvolgimento delle risposte delle cellule T specifiche della pancreatite.

Lo studio effettuato presso il Dipartimento di Chirurgia Viscerale dell’Ospedale Universitario di Heidelberg in Germania ha avuto come scopo la caratterizzazione delle risposte delle cellule T specifiche della pancreatite, gli antigeni associati al carcinoma pancreatico e il tossoide tetanico nel midollo osseo, il sanguinamento e/o lesioni pancreatiche di pazienti con pancreatite, con cancro pancreatico e in individui sani.
Le cellule T sono state caratterizzate funzionalmente dalla secrezione dipendente dall’antigene di IFN-gamma, II-4 e IL-10 che indicano rispettivamente risposte delle cellule T di tipo 1, tipo 2 o regolatorie. Le cellule T regolatorie isolate sono state testate per la loro capacità di riconoscere gli antigeni associati alla pancreatite e sopprimere le cellule T convenzionali in maniera dipendente dall’antigene. Le citochine derivate dalle cellule T nelle lesioni tissutali sono state quantificate dal metodo ELISA.
Dai risultati è emerso che i pazienti con pancreatite cronica hanno mostrato una risposta delle cellule T di tipo 1 contro il tossoide tetanico simili a quelle con cancro pancreatico e a quelli sani, tuttavia, essi hanno mostrato anche una considerevole risposta delle cellule T basati su IL-10 contro la pancreatite ma non antigeni associati al carcinoma pancreatico.
Le cellule T dei pazienti con cancro pancreatico hanno risposto al cancro pancreatico ma non agli antigeni associati alla pancreatite con secrezione di IFN-gamma.
Le risposte di IL-10 della pancreatite specifica erano mediate dalle cellule T regolatorie attraverso la IL-10(+)IFN-gamma (-) FoxP3(+) che si sono espanse nel sangue, nel midollo osseo e nelle lesioni pancreatiche e possedevano l’abilità di sopprimere la proliferazione di cellule T autologhe convenzionali in modo specifico per l’antigene.
Le lesioni pancreatiche, in confronto ai carcinomi pancreatici, contenevano concentrazioni maggiori di IL-10 e livelli ridotti di IFN-gamma, che hanno suggerito una attività specifica delle cellule T regolatorie in situ. Quindi la pancreatite cronica è associata con le risposte regolatorie delle cellule T specifiche per patologia.
 

I Correlati

I Correlati

Widget: 91798 (categoria) non supportato