Androgeni e la menopausa

Redazione DottNet | 14/12/2009 12:20

La cessazione della steroidogenesi ovarica, sia come risultato di alcune terapie mediche sia come l’asportazione chirurgica, o la cessazione graduale della funzione ovarica, porta alla menopausa, con tutti i suoi aspetti fisiologici, fisici associati e i cambiamenti dello stile di vita. L'ambiente ormonale della menopausa cambia ed è comunemente associata a bassi livelli degli estrogeni.

Tuttavia, la senescenza ovarica è anche il risultato del calo dei livelli di androgeni. Anzi, è la perdita di livelli fisiologici di estrogeni e androgeni, che consentano l’insorgenza dei vari segni e sintomi della menopausa compresi i sintomi vasomotori, minerali, la perdita di densità ossea, le alterazioni dell'umore e dell'energia e la perdita di capelli. Presso la Division of Genetics, Feinberg School of Medicine della Northwestern University è stata eseguita una revisione del ruolo degli androgeni nella menopausa e la valutazione di un possibile utilizzo della terapia a base di androgeni nella gestione della menopausa.

I Correlati

I Correlati

Widget: 91798 (categoria) non supportato