Censis, in tempo di crisi aumentata spesa italiani per Salute

Odontoiatria | | 17/12/2009 15:27

In tempo di crisi economica 'lievitano' le spese degli italiani per la salute. Secondo i dati Censis, contenuti nel 43esimo Rapporto sulla situazione sociale del Paese, per l'11,5% dei nostri connazionali nel 2009 "è molto aumentata" la spesa per farmaci, visite mediche, analisi, dentista, per il 27,5% è "abbastanza aumentata" e per l'8,3% è cresciuta anche se "poco".

A dichiarare in misura maggiore l'incremento della propria spesa sanitaria - emerge dall'indagine - sono proprio gli intervistati che si sono autocollocati nelle fasce di reddito più basso. Dunque - si legge nel Rapporto - gli effetti della crisi economica e lo sforzo sistematico e diffuso di razionalizzazione della spesa sanitaria pubblica si intrecciano, provocando il primo e più significativo impatto proprio sulle famiglie che si autocollocano al livello socio-economico più basso. In particolare, poco meno di un terzo degli italiani spende di più anche per le prestazioni a carico del SSN per le quali è previsto il ticket, mentre il 27,8% segnala un aumento per le spese per analisi e radiografie a pagamento intero, il 29,4% per il dentista, il 31,0% per i farmaci senza ricetta, il 35,6% per le visite specialistiche a pagamento intero. L'impatto della crisi - si legge nel Rapporto - sembra dunque sostanziarsi in un peggioramento delle possibilità di accesso ai servizi sanitari anche pubblici che pesa di più proprio sui meno abbienti.

 

I Correlati

I Correlati

Widget: 91798 (categoria) non supportato