Elettrofisiologia nell’ipoplasia del nervo ottico (ONH)

Oculistica | | 17/12/2009 16:31

Nell’ipoplasia del nervo ottico (ONH), la perdita funzionale delle cellule del ganglio retinale non può essere evidenziata dall’esame oftalmoscopico. Ricercatori inglesi hanno condotto uno studio sulla modalità d’identificazione di questa patologia.

Lo studio ha coinvolto 85 pazienti pediatrici affetti da ONH e sono stati sottoposti ai test dell’ERG e del VEP, inoltre sono state effettuate fotografie del fondo oculare prima dei 36 mesi d’età. Questi dati iniziali sono stati confrontati con l’acuità visiva misurata a 5 anni d’età. Il range relativo all’acuità visiva è stato calcolato come visione normale e assenza della percezione della luce. I test elletrodiagnostici con valore di prognosi sono stati: l’ampiezza del VEP (correlazione di Spearman, p<0.001), la soglia degli stimoli che determinano la VEP (p<0.001) e l’ampiezza del componente N95 del modello ERG (PERG) con controllo a 4 gradi (p<0.02). La dimensione del nervo ottico e il pallore erano significamente correlati. In conclusione il diametro del disco ottico, l’osservazione del pallore ed i test VEP e PERG sono utili per stabilire la prognosi nei bambini affetti da ONH.

I Correlati

I Correlati

Widget: 91798 (categoria) non supportato