Fattori di rischio per le complicanze della vena porta durante trapianto epatico da donatore vivente in età pediatrica

Pediatria | Adelaide Terracciano | 18/12/2009 16:43

Le complicanze a carico della vena porta durante il trapianto di fegato da donatore vivente in età pediatrica sono spesso asintomatiche nelle fasi iniziali dopo il trapianto e possono essere abbastanza gravi da portare al fallimento del trapianto. Ci sono state segnalazioni su alcuni fattori di rischio per complicanze a carico della vena porta durante il trapianto di fegato da donatore vivente.

L'obiettivo di uno studio effettuato presso il Dipartimento di Chirurgia Generale, Graduate School of Medicine, Hokkaido University, Sapporo, in Giappone, è stato quello di indagare l'influenza di afflusso delle complicanze epatiche e della vena porta e quindi permettere una previsione di tali rischi nei pazienti. Durante lo studio sono stati riesaminati quarantasei pazienti pediatrici, dal 1997 al 2008, sottoposti a trapianti di fegato da donatore vivente presso la Graduate School of Medicine di Sapporo, nei quali sono stati analizzati nello specifico il diametro della vena porta e dei flussi arteriosi epatici.
I risultati hanno evidenziato delle complicazioni a carico della vena porta in sette pazienti (15,2%) e si è verificato in particolare nei pazienti di età più giovane e con un peso inferiore. A seguito di un trattamento adeguato, nessuno dei pazienti ha sofferto il fallimento dell'innesto. Inoltre dall'analisi di quarantasei pazienti e di ventisette pazienti con meno di due anni di età è stata identificata una riduzione del diametro della vena porta del destinatario, inoltre è emerso che maggiore è la differenza di diametro della vena porta, maggiori sono i fattori di rischio. Il flusso venoso portale tendeva a essere basso, in contrasto con il flusso epatica arterioso, che tendeva a essere elevato. In conclusione le dimensioni del diametro della vena porta influenza fortemente le complicazioni a carico della vena stessa. Altri fattori, quali l’età più giovane, il basso flusso venoso portale, e l’elevato flusso arterioso epatico possono essere fattori di rischio per complicanze a carico della vena porta.
 

I Correlati

I Correlati

Widget: 91798 (categoria) non supportato