Boom di nascite a ospedale Mestre, 1.300 bebè nel 2009

| 07/01/2010 12:54

E' stato un anno ricco di cicogne il 2009 a Mestre. Nel reparto di ostetricia e ginecologia dell'ospedale dell'Angelo, sono nati 1.280 bambini che in proiezione diventeranno 1.300 il 31 dicembre, 241 in più rispetto al 2008, con un aumento del 22,7%.

La media è stata di 108 parti al mese, con circa 4 nascite al giorno. I numeri arrivano dalla stessa struttura sanitaria, che registra questo trend positivo ormai da tre anni: dai 912 parti del 2006, ai 968 del 2007, ai 1.059 del 2008. Il 70% delle mamme proviene dal territorio dell'Ulss veneziana, il resto da altri centri della provincia. Per il 10% i genitori sono extracomunitari e il record spetta ai bengalesi (28,2%), seguiti da moldavi (12%) e cinesi (11,3%). Il segno più, commenta il primario Tiziano Maggino, "è un riconoscimento dell'affidabilità dell'assistenza sanitaria e della qualità dell'accoglienza che qui all'Angelo offriamo alle mamme e ai bambini". Oltre al servizio di 'rooming in', ossia la possibilità per le neomadri di tenere il neonato nella propria stanza, possono stare in camera anche i neopapà e gli altri eventuali figli, così da agevolare la relazione con il nuovo arrivato. Nel 2009 l'Unità semplice di patologia neonatale, che si prende cura dei prematuri, ha seguito 170 piccoli pazienti (contro i 153 del 2008), il 35% proveniente da fuori Ulss 12. "In precedenza i bambini che eravamo costretti a inviare a Padova, per le criticità legate a una nascita prematura, erano una ventina l'anno - spiega il primario dell'Unità operativa di Pediatria, Giovanni Battista Pozzan - quest'anno i casi sono stati solamente tre".
 

I Correlati

I Correlati

Widget: 91798 (categoria) non supportato