Caso clinico di resezione della ghiandola sottomandibolare

Redazione DottNet | 12/09/2008 17:20

Secondo uno studio effettuato presso l’Istituto di Clinica Odontoiatrica, dell’Università Cattolica del Sacro Cuore a Roma la resezione della ghiandola sottomandibolare è predisposta per malattie neoplastiche e non. Questo studio esamina 4 casi di pazienti che sono stati sottoposti ad una resezione della ghiandola sottomandibolare realizzato da un approccio trans cervicale.

Due casi di malattia di natura non neoplastica (una di sialolithiasis e una di sialolithiasis cronica non correttamente diagnosticata dalla sonografia), un caso trattato per sialolithiasis cronica che si sviluppa in un linfoma di non-Hodgkin che aveva invaso la mucosa orale e un caso con una lesione neoplastica benigna (adenoma pleomorfico). I sintomi,le ricerche scientifiche,le diagnosi e gli esami patologici sono stati discussi per ciascun caso. Sulla base dei dati forniti dalla letteratura, le indicazioni per la resezione trans cervicale sottomandibolare e le complicazioni neurologiche post operatorie sono state discusse sottolineando che solo una conoscenza dettagliata dell’anatomia della zona interessata può ridurre la morbilità di questa operazione.
Per saperne di più


 

I Correlati

I Correlati

Widget: 91798 (categoria) non supportato