Il peso alla nascita influisce sulla pubertà precoce e problemi di salute

Ginecologia | | 08/01/2010 16:05

Una ricerca condotta in Germania e pubblicata sulla rivista “American Journal of Clinical Nutrition” ha messo in evidenza una relazione tra un basso peso alla nascita, un rapido recupero dei chili durante i primi due anni di vita e la pubertà precoce. Quest’ultima rappresenta a sua volta una condizione collegata ad alcuni tipi di cancro, diabete e obesità.

Lo studio apre la strada verso ulteriori ricerche volte ad investigare la relazione descritta. Nascere sottopeso o avere comunque un peso piuttosto basso alla nascita e poi essere oggetto di repentini aumenti di peso nei mesi successivi potrebbe esporre al rischio di avere una pubertà precoce. Questa condizione è stata collegata ad alcuni tipi di cancro, diabete e obesità. Un recente studio, condotto dai ricercatori della Fulda University of Applied Sciences (Germania) ha messo l'evidenza su come un inizio anticipato della pubertà di circa 4-7 mesi sia più generalizzato tra i maschi e le femmine che presentavano un basso peso alla nascita e che hanno recuperato rapidamente chili durante i primi due anni di vita. La ricerca ha coinvolto 215 ragazzi e ragazze che facevano parte di uno studio nazionale iniziato nel 1985 dall'Istituto di Ricerca Child Nutrition di Dortmund. I dati in possesso degli scienziati riguardavano la data e il peso di nascita, l'altezza. Durante gli anni sono stati presi altri dati, per cinque volte, riguardanti il peso e l'altezza nel periodo compreso tra i 6 e i 13 anni d'età dei bambini oggetto dell'indagine. Gli elementi ottenuti hanno mostrato che 53 bambini hanno iniziato la pubertà prima del tempo, 108 in età normale e 54 più tardi.
La dr.ssa Anja Kroke e colleghi hanno scoperto che il 21% dei ragazzi con precoce inizio della pubertà avevano uno scarso peso alla nascita. Mentre tra quelli che hanno iniziato l'età dello sviluppo in epoca normale solo il 10% presentava basso peso alla nascita e poco meno del 6% tra quelli che si sono sviluppati in ritardo. Il 42% di quelli appartenenti al gruppo con una pubertà precoce avevano anche avuto un aumento di peso rapido durante i primi due anni di vita, contro il 20% e il 19% degli altri. I ricercatori, a seguito di questo studio, suggeriscono la necessità di condurre ulteriori ricerche per valutare il collegamento tra questi fattori e il maggiore rischio d'insorgenza di cancro al seno, ai testicoli, obesità e iperglicemia.

Fonte: "American Journal of Clinical Nutrition".
 

I Correlati

I Correlati

Widget: 91798 (categoria) non supportato