Disturbi alimentari, utili le nuove forme di comunicazione

Redazione DottNet | 14/01/2010 10:26

Per superare il peso dello stigma che ancora grava sui disturbi alimentari è utile affidarsi a terapie a distanza basate sull’invio di e-mail e messaggi sms da affiancare alla terapia cognitivo-comportamentale (TCC). Lo sostiene un Seminar pubblicato dalla prestigiosa rivista Lancet.

 

Gli esperti interpellati da Janet Treasure, professoressa di Psichiatria all’Institute of Psychiatry del King’s College di Londra enfatizzano sulla rivista l’importanza dell’assistenza sanitaria specializzata nel trattamento dei disturbi alimentari, ma questa assistenza non è sempre facilmente accessibile. Le nuove forme di accesso alle terapie (segnatamente quelle basate su Internet e sulla telefonia mobile) e telemedicina possono in questo quadro diventare quindi decisive per raggiungere i pazienti.

 

I Correlati

I Correlati

Widget: 91798 (categoria) non supportato