Pandemia, il business vaccini ammonta a 5 miliardi: l’Ue, vogliamo sapere chi c’è dietro. Wodarg: all’Oms sono davvero stupidi

Silvio Campione | 14/01/2010 20:28

medicina-generale oms pandemia sanità-pubblica

Ammonta a 5 miliardi di euro la somma che l'Europa ha impegnato per i vaccini, 20 miliardi quelli nel mondo. ''Si', con la nostra indagine vogliamo proprio scoprire chi c'è dietro tutto questo'': è Wolfgang Wodarg, medico epidemiologo, promotore della mozione al Consiglio d'Europa, ad affermarlo ai microfoni di Baobab-Radio1.

 Per Wodard ''all'Organizzazione mondiale della sanità sono più stupidi delle persone comuni, visto che in Europa le persone hanno scaltramente evitato di farsi il vaccino: in Francia su 90 milioni di vaccini ordinati ne sono stati usati solo 6. Dopo l'influenza aviaria, mai avvenuta, i governi di tutto il mondo hanno chiesto alle case farmaceutiche di produrre subito grandi quantità di vaccini, con somme pubbliche garantite. Sapete qual era la condizione per far scattare i contratti? Che l'Oms dichiarasse la pandemia''. Il Consiglio d'Europa, organismo diverso dalla Commissione che si occupa dei diritti civili, ha chiesto infatti di creare una Commissione d'inchiesta per scoprire se si è trattato di un falso allarme e, nel caso individuare i responsabili. ''Da anni osservo l'evoluzione dell'influenza nel mondo. E ho constatato che per due volte l'Organizzazione mondiale della sanità - ha detto Wodarg - ha lanciato allarmi di pandemie senza alcuna prova scientifica. Prima è accaduto con l'influenza aviaria, che in realtà non si è mai trasmessa da uomo a uomo. Poi c'è stato il caso recente dell'influenza suina, che si è rivelata molto più innocua delle comuni influenze stagionali''. Normalmente l'influenza causa 500 mila morti l'anno e, ha aggiunto, ''i decessi per la febbre suina sono stati un decimo''.