Novartis, mobilità per gli informatori

Redazione DottNet | 15/01/2010 10:32

Sono un informatore scientifico. Faccio parte della categoria che forse più sta subendo gli effetti del ridimensionamento degli organici. Adesso, come è risaputo, tocca alla Novartis mandare in mobilità alcuni colleghi.

 Infatti l’azienda ha aperto la procedura di mobilità per 24 addetti, venti informatori scientifici del farmaco (su 27 totali) e quattro lavoratori dell'area commerciale. La rete commerciale esterna ha indetto una giornata di sciopero come forma di protesta, come mi hanno informato i colleghi. ''Riteniamo inaccettabile che un'Azienda di queste dimensioni - reduce da un successo come quello del vaccino pandemico - decida di effettuare un'azione così grave sul piano organizzativo ed occupazionale senza un confronto approfondito e preventivo con le maestranze'', dicono le organizzazioni sindacali, che definiscono la scelta una ''decisione unilaterale in grado di destabilizzare gli assetti economici e produttivi dell'azienda e di questo territorio. Questo è ciò che recita il documento dei sindacati. Ma temo che la strada per la nostra categoria sia tutta in salita ormai.

RD, Milano