USA: 218 miliardi di dollari per curare diabete

Redazione DottNet | 19/01/2010 11:39

Duecentodiciotto miliardi di dollari. E' la cifra record che è stato necessario spendere nel 2007 per la cura del diabete e del pre-diabete negli Stati Uniti. Ed è stato il 'boom' di nuovi casi di diabete di tipo 2 ad accaparrarsi la maggior parte di questo denaro: oltre 174 miliardi di dollari sono serviti solo per trattare questi pazienti. Lo rivela un'indagine commissionata al Lewin Group dal National Changing Diabetes Program di Novo Nordisk, pubblicata on line su 'Health Affairs'.

La ricerca ha preso in considerazione sia i costi medici, pari a 153 miliardi, sia i costi indiretti legati all'assenza dal lavoro e alla perdita di produttività, stimati in 65 miliardi di dollari. Secondi i risultati ottenuti, i casi non diagnosticati di diabete 2 hanno richiesto una spesa di 18 miliardi di dollari. Il diabete di tipo 1 ha invece 'totalizzato' quasi 15 miliardi di spesa sempre nel 2007. La fase di pre-diabete, che prevede livelli eccessivi di glucosio nel sangue e che affligge un adulto su quattro negli States, costa invece 25 miliardi di dollari. Quanto al diabete gestazionale, che insorge durante la gravidanza, il costo è stato di 636 milioni di dollari. E il problema è che, in molti casi, queste spese sono sostenute dai cittadini, direttamente o indirettamente: "le famiglie che hanno a che fare con questa malattia - sottolinea Tim Dall, managing director del Lewin Group, che ha guidato l'indagine – possono arrivare a ridursi sul lastrico. Il diabete sta diventando infatti come una tassa da pagare, pari a 700 dollari l'anno per ogni americano e, per ogni paziente con diabete di tipo 1, fino a 15 mila dollari".

I Correlati

I Correlati

Widget: 91798 (categoria) non supportato