Commissione UE apre inchiesta antitrust su Lundbeck

| 21/01/2010 10:28

La Commissione Europea apre un'inchiesta sull'azienda farmaceutica danese Lundbeck per pratiche commerciali restrittive della concorrenza e abuso di posizione dominante. In particolare, la società avrebbe preso accordi per ritardare l'ingresso sul mercato europeo di versioni generiche del suo medicinale antidepressivo Celexa/Cipramil* (citalopram), il cui brevetto è scaduto nel 2003.
 

La Commissione Europea - ricorda PharmaTimes - ha deciso di avviare il procedimento durante un'indagine estesa a tutto il settore farmaceutico per verificare la presenza di comportamenti messi in pratica da Big Pharma al fine di ostacolare la commercializzazione di farmaci equivalenti, meno cari rispetto a quelli 'griffati'.
Gli ispettori hanno effettuato ispezioni nelle sedi danesi, italiane e ungheresi dell'azienda a partire dal 2005 e nel 2008 ne hanno organizzata un'altra nello stabilimento di Milano, sempre per quanto riguarda il citalopram. Lundbeck fa sapere in una nota ufficiale di collaborare con la Commissione e di essere convinta di non aver infranto la legislazione europea in materia. Inoltre, secondo l'azienda, questa indagine non influirà sui risultati economico-finanziari del 2009.
 

I Correlati

I Correlati

Widget: 91798 (categoria) non supportato