Premio Farmindustria a due giovani ricercatori

Redazione DottNet | 14/09/2008 18:37

farmindustria ricerca

I riconoscimenti sono andati ai migliori lavori in materia di scienze chimico-farmaceutiche

Due giovani ricercatori italiani hanno vinto i premi Farmindustria assegnati ai migliori lavori in materia di scienze chimico-farmaceutiche, in particolar modo a quelle interessate al processo di scoperta di nuovi farmaci. Maria Letizia Barreca, dell'Università di Messina, impegnata nella progettazione e sintesi di nuovi antivirali e Gianluca Sbardella dell'Università di Salerno, che ha studiato i meccanismi alla base dei tumori, hanno ricevuto una targa e 5.000 euro ciascuno. I premi sono stati consegnati durante il XIX Convegno della Divisione di Chimica Farmaceutica della Società Chimica Italiana, in corso a Verona. ''Da diversi anni - spiega in una nota Farmindustria - l'associazione collabora con il mondo universitario proprio per valorizzare i neolaureati che si dedicano alla ricerca e affrontano con sacrificio e passione una strada lunga e affascinante. Attribuire, quindi, un premio a giovani ricercatori aiuta a stimolarne i percorsi futuri e incentiva gli studenti a entrare in questo mondo. La scienza, infatti, ha bisogno sempre più di giovani menti che sappiano affrontare le sfide dell'innovazione. Le conquiste della Ricerca sono speranze che diventano opportunità. Opportunità che consentono una vita migliore e più lunga, trattamenti meno invasivi e quindi sofferenze minori per i malati e per quanti sono loro accanto. Per ottenere risultati in questo campo e' necessario anche sviluppare sinergie e riconoscere il ruolo strategico delle imprese farmaceutiche per la competitività del Paese''.