Disparità sanitarie nell’impianto cocleare pediatrico: una prospettiva audiologica

Tania Vuoso | 22/01/2010 13:16

enpam medicina-generale pensione previdenza sanità-pubblica

La Pritzker School of Medicine dell’Università di Chicago ha condotto un sondaggio nazionale per gli otorini sull’impianto cocleare pediatrico (PCI) con tre obiettivi: (1) determinare se gli otorini che praticano PCI percepissero un effetto negativo del basso livello socioeconomico (SES) sulla capacità di parlare a seguito dell’impianto e l’effetto sul linguaggio durante la pratica clinica; (2) comprendere le loro percezioni sui fattori principali sottostanti le disparità dei risultati; e (3) suscitare suggerimenti per migliorare i risultati per le popolazioni svantaggiate.

Durante il sondaggio si è ipotizzato che gli otorini percepissero risultati ridotti nel linguaggio e nel discorso all’interno della loro popolazione di pazienti a basso SES e che questa notata disparità sia correlata alla vicinanza dei genitori (compliance) e l’accesso all’abilitazione.
Nello specifico è stato inviato elettronicamente un sondaggio contenente ventidue domande quantitative a risposta aperta o chiusa a un database di 234 otorini che praticano PCI. Il quarantaquattro percento (N = 103 su 234) ha risposto al sondaggio, con la maggioranza (98 su 103) che ha risposto a tutte le domande.
Le risposte quantitative sono state analizzate utilizzando il pacchetto statistico Stata 9 con livello di significatività a p<0.005. Le risposte qualitative sono state analizzate utilizzando librerie di codice standardizzate e analisi dei contenuti. I codici sono stati successivamente analizzati per pattern e organizzati in sottoinsiemi che sono stati poi raggruppati in insiemi. Il settantasette percento (N =76 su 98) dei rispondenti ha percepito un effetto del SES sui risultati nel discorso e nel linguaggio post-impianto. Risposte uniformemente qualitative ottenute hanno dimostrato la percezione degli otorini che le popolazioni di pazienti a basso SES potessero andare più incontro a minori risultati in termini di linguaggio. Due problematiche principali sono emerse nella spiegazione degli otorini sulle disparità correlate al SES: fattori interni di influenza parentale cioè, autoefficacia parentale, adesione e risorse. Questo studio ha fornito infine tre principali suggerimenti, agli otorini che praticano PCI, per ridurre la disparità: un miglioramento nei servizi d’impianto cocleare (92%), una maggiore enfasi sull’educazione ed un intervento parentale (87%) e uno sviluppo dei requisiti di candidatura più severi (15%).