Da Il Giornale: Il 2010: il primo anno di lotta all’obesità

Redazione DottNet | 23/01/2010 20:16

Tutti insieme dalla parte della salute. Il 2010 è l’anno della lotta all’obesità. Per la prima volta in Italia si lancia una campagna contro questa piaga sociale.
 

Medici di famiglia, farmacisti, aziende sanitarie, comuni ed esperti di nutrizione scendono in campo per divulgare i princìpi della sana e corretta alimentazione. Il progetto promosso da Fimmg, Federsanità-Anci, Federazione Ordine dei Farmacisti Italiani e AssoTisanoreica®  «È sempre più viva la consapevolezza che una sana alimentazione, non solo aiuti a crescere bene, ma sia indispensabile per la tutela della salute e nella prevenzione delle malattie croniche - spiega Gianluca Mech -. Sovrappeso e obesità sono fenomeni sempre più diffusi. Non è un caso che i bambini italiani siano i più obesi d’Europa. Per questo è necessario un intervento preventivo sulle abitudini alimentari». Fondamentale, quindi, è il ruolo del medico di famiglia, in grado di fornire agli assistiti un ventaglio di soluzioni dietoterapeiche moderne. Tra queste, di particolare interesse sono le diete chetogeniche, quale il metodo Tisanoreica®, che prevede una riduzione significativa di ogni tipo di carboidrato, mantenendo tutti gli altri nutrienti.
La battaglia contro questa patologia si articolerà in più fasi. Prima di tutto si studieranno le esigenze formative dei medici di famiglia: riceveranno un questionario e raccoglieranno dati per tre mesi. Verrà quindi selezionato un gruppo che parteciperà a un corso di formazione e, successivamente, trasferirà ai colleghi le conoscenze acquisite. La seconda fase, invece, vede l’interessamento di Federsanità-Anci, e sarà mirata alla sensibilizzazione dei cittadini, attraverso la diffusione di informazioni su riviste, portali e siti Internet. Verranno coinvolti anche i direttori generali e sanitari delle Asl, i sindaci, gli assessori delegati e le farmacie comunali.
 

I Correlati

I Correlati

Widget: 91798 (categoria) non supportato